Il viaggio della scorsa estate

Per cominciare, capisco che non sono ancora proprio un’esperta della mia Italia, quindi prendete i consigli così come sono. Volevo davvero sperimentare il meglio di ciò che l’Italia ha da offrire e allora ho chiesto ai turisti che visitano Casperia e ne è risultato questo itinerario con gli amici.

Sono partita a giugno e sono approdata subito a Milano per 1 giorno e mezzo a Milano. Ci siamo svegliati alle 6 del mattino del 3 giugno per goderci una tranquilla mattinata a Milano fino alle 12:00, quando ci siamo diretti alla stazione dei treni per Venezia. VENEZIA e la bellissima e indescrivibilmente bella cittadina di Burano che dista solo un’ora in barca. Poi sono arrivata a LUCCA (Toscana). O per essere più precisi, abbiamo deciso di soggiornare nella bellissima e autentica cittadina di Lucca che dista circa un’ora di macchina a nord di Firenze.  Lucca ed è stato un ottimo posto per rilassarsi e gustare la straordinaria cucina toscana. Da Lucca abbiamo fatto una gita di un giorno a Firenze, Pisa e le Cinque Terre. Vale sicuramente la pena ricordare che la riviera delle Cinque Terre è uno dei posti più belli che abbia mai visitato nella mia vita. Sono poi arrivata in volo alla costa di AMALFI. WOW. Ho soggiornato per 5 notti a Positano. Sono stati 10 giorni di viaggio davvero intensi e Positano è stato di gran lunga il preferito. Per tutti noi della comitiva.

Positano un sogno

Ci deve essere una ragione per cui questa è una delle coste più famose del mondo. Elencato dall’UNESCO come uno dei cinquanta siti Patrimonio dell’Umanità d’Italia, è famoso come uno dei luoghi imperdibili da visitare. C’è più di una ragione per cui un viaggio in Costiera Amalfitana è d’obbligo. Ingrid Bergman  ha riassunto dicendo che se una persona deve scegliere un tratto di costa unico e selvaggio che vanta una storia antica, destinata dalla natura a stupire l’occhio e catturare il cuore, la scelta ricadrebbe sulla Costiera Amalfitana.Dopotutto, i quasi 28.000 acri che si trovano tra la penisola sorrentina e il golfo di Salerno sono considerati un balcone a picco sul mare, con gole rocciose, spiagge alternate a minuscole calette, promontori e distese di agrumeti e uliveti. E poiché la diversità è la chiave, i sedici comuni di questa parte della provincia di Salerno sono famosi per essere completamente diversi l’uno dall’altro. I nomi di alcuni, come Amalfi, Positano, Ravello e Furore, sono stati incisi nell’immaginario della gente, ma ognuno di loro ha in realtà una caratteristica geografica o culturale unica che li distingue. E una storia da raccontare.

Dopo l’incanto della prima occhiata che mette la tua mente in attesa per qualche secondo, come una città che sembra appollaiata sui massi riesca a reggersi in piedi. Eppure quel labirinto di piccole case bianche che scendono verso il mare è probabilmente il più antico insediamento lungo questa costa. Anche gli antichi romani venivano a passare l’estate qui.